Dove Siamo

Autocontrollo HACCP: Come applicarlo

La norma Haccp può essere applicata mediante le due modalità seguenti: - "correttiva" - nel caso in cui l'applicazione della norma Haccp consenta di assicurare il rispetto di obiettivi individuati per la gestione dei rischi e adottati dal settore agroalimentare; - "preventiva" - nel caso in cui l'analisi dei rischi consenta di identificare le potenziali aree di criticità da tenere sotto controllo per evitare possibili danni alla salute dei consumatori.

Di seguito riassumiamo alcuni principi basilari per la predisposizione di un piano di autocontrollo Haccp che si estrinsecano nei seguenti punti:

  • individuare i pericoli da prevenire, rimuovere o contenere;
  • individuare i punti critici di controllo in cui è possibile prevenire, eliminare o contenere i rischi;
  • decidere, per questi punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità dalla inaccettabilità;
  • decidere e applicare procedimenti di controllo efficaci sui punti critici;
  • decidere azioni correttive nel caso in cui un punto critico non venga tenuto sotto controllo;
  • decidere le procedure da applicare sistematicamente per verificare il corretto funzionamento delle misure adoperate;
  • elaborare documenti e registrazioni appropriati alla natura e alla grandezza dell’azienda.

 

Autocontrollo HACCP: Stesura del Piano

Il piano Haccp consiste in una serie di verifiche e documentazioni che si devono produrre per gli organi di vigilanza e deve essere applicabile e applicato, al fine di evitare la comparsa di non conformità prima che si verifichino e deve  prevedere le opportune azioni correttive per ridurre i rischi quando, nonostante l’applicazione delle misure preventive, si presenti ugualmente una non-conformità alla norma. Per prima cosa si deve fare la stesura del manuale autocontrollo alimentare Haccp, in seguito necessita provvedere alla formazione degli operatori e del responsabile.  Il Piano di Autocontrollo è un documento redatto dal Responsabile dell'azienda che costituisce il perno del sistema aziendale Haccp.

 

Autocontrollo HACCP: Individuazione del responsabile dell'azienda alimentare

Il responsabile del piano di autocontrollo Haccp è colui che deve predisporlo e attuarlo con la partecipazione di tutto il personale dell’azienda (dai dirigenti agli operatori comuni) e se necessario trovare supporto  esterno (esempio consulenti); deve quindi analizzare la filiera produttiva della sua azienda, identificare le criticità sui cui effettuare delle verifiche programmate riscontrando la conformità dei valori rilevati ai limiti preventivamente autoimposti o definiti dalla legge. Operando come sopra l’azienda si dota di un sistema documentato con cui può provare di aver fatto in modo da ridurre al minimo il rischio. Nella maggior parte dei casi il ruolo del responsabile viene svolto dal datore di lavoro. Il responsabile è colui che risponde anche penalmente in casi di mancata ottemperanza alle disposizioni legislative. Il datore di lavoro può decidere di nominare responsabile autocontrollo Haccp anche un dipendente, se questo è consenziente, e dovrà provvedere alla sua formazione.

Se desiderate avere maggiori informazioni sull'argomento, contattateci.

Nata nel 1995 dalla volontà del dott. Giuseppe Rocco De Vito al fine di erogare un servizio completo ed efficace al cliente, C.I.S. S.r.l. si pone l'obiettivo di supportare le imprese pubbliche e private nell’affrontare con professionalità le tematiche inerenti la sicurezza e l’igiene alimentare.

Per raggiungere i nostri obiettivi professionali abbiamo costituito un team di consulenti con comprovate competenze nei nostri settori di intervento in grado di operare in tutto il Nord Italia e, su progetti particolari, anche in altre zone d’Italia.

Siamo cresciuti nell’ambito della piccola e media impresa, di conseguenza conosciamo le esigenze degli imprenditori: ottimizzazione delle risorse per raggiungere, in tempi brevi e senza sconvolgimenti della struttura, i risultati proposti.

Consapevoli che per le aziende adeguarsi a nuove norme significa anche mettere a disposizione risorse economiche, oltre ad un servizio adeguato il nostro impegno è rivolto al contenimento dei nostri costi attraverso una attenta analisi iniziale dell’organizzazione aziendale.

C.I.S. S.r.l. ha una struttura flessibile e dinamica e svolge attività di consulenza e formazione prevalentemente nei settori dell’igiene e sicurezza degli alimenti, implementazione del sistema di autocontrollo, redazione di manuali HACCP, formazioni addetti, rivolgendosi in particolare alle PMI e agli Enti Pubblici Territoriali.

Grazie all'alta preparazione professionale e alla profonda conoscenza delle realtà del nostro territorio, C.I.S. S.r.l. è un partner affidabile e preparato in grado di offrire un adeguato supporto per chi vuole fornire alla clientela e all'utenza un prodotto/servizio migliore. La consulenza e la formazione continua sono gli strumenti messi a disposizione del cliente per aiutarlo a eccellere nel mercato presente e futuro.

C.I.S. S.r.l. comprende la struttura e le esigenze dell'impresa e punta a far prevalere nella stessa concetti quali l'efficacia e l'efficienza. Gli obiettivi principali di C.I.S. S.r.l. sono l'eliminazione di tutti i costi non necessari e la pianificazione di azioni di miglioramento. La metodologia degli interventi consente un buon risparmio di tempo e di altre preziose risorse per l'impresa. I risultati si focalizzano anche sulla massimizzazione della resa e dell'impiego ottimale delle risorse disponibili (persone, macchine e capitale).

Autocontrollo HACCP: Informazioni generali

L’autocontrollo HACCP è una metodologia operativa riconosciuta a livello internazionale per la prevenzione o minimizzazione dei rischi per la sicurezza nei processi di preparazione di cibi e bevande. L'acronimo H.A.C.C.P. è la definizione di “Hazard Analysis and Critical Control Point” ovvero una metodologia di analisi, valutazione e controllo degli aspetti di rischio di un sistema, richiamata dal Regolamento (CE) n. 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, sull'igiene dei prodotti alimentari e recepita dallo stato italiano con il D.Lgs.193/2007 che stabilisce le norme generali di igiene dei prodotti alimentari.

 

Autocontrollo HACCP: Che cosa è

L’autocontrollo Haccp è un obbligo per tutti gli operatori alimentari a qualsiasi livello siano interessati all’interno della filiera della produzione alimentare. Possiamo definire autocontrollo Haccp la responsabilizzazione dell’Operatore del settore alimentare (OSA) in materia di igiene e sicurezza degli alimenti, a cui corrisponde l’obbligo di tenuta sotto controllo delle produzioni alimentari di competenza. In buona sostanza l’Haccp alimentare è un approccio preventivo e strutturato alla sicurezza che si pone l’obiettivo del miglioramento delle attività per fornire prodotti alimentari sicuri ai consumatori. Il metodo Haccp alimentare è obbligatorio in numerose nazioni, tra le quali l'Unione Europea e gli Stati Uniti. Il metodo o autocontrollo Haccp dà la possibilità di valutare tutte le eventuali alternative per identificare le azioni di verifica e prevenzione più efficaci nel settore alimentare. Principali attività per la gestione del rischio comprendono:

  • la valutazione dei rischi;
  • la valutazione delle possibili scelte per la gestione dei rischi;
  • l’attivazione delle decisioni di gestione rischi;
  • il controllo continuo e la verifica.

Autocontrollo HACCP: Verso chi si rivolge.

Si rivolge agli operatori interessati nelle fasi seguenti la produzione iniziale di un alimento e cioè : preparazione, trasformazione, fabbricazione, confezionamento, deposito, trasporto, distribuzione, manipolazione, vendita o fornitura, compresa la somministrazione al consumatore